Nuovi video -  vai alla Videogallery  

Grecale: il SUM


Prime immagini per la Maserati Grecale, il nuovo SUV chiamato ad ampliare considerevolmente il bacino di utenti della Casa del Tridente.
Il Grecale sarà lievemente più piccolo

del Levante e sarà, a noi piace chiamarlo così, un vero e proprio SUM – Sport Utility Maserati – un'auto cioè a ruote alte ma caratterizzata da un’anima estremamente sportiva celata in un corpo vettura  capace di garantire grande praticità e comfort, come solo questa Casa può fare.
Le prime foto ufficiali, scattate nei pressi dello storico stabilimento di Modena, anche se la vettura sarà prodotta a Cassino, sono volutamente sfocate e intendono puramente sottintendere che il nuovo modello è sceso in strada per i primi collaudi.
Il Grecale è basato sulla piattaforma Giorgio, già utilizzata dall’Alfa Romeo Giulia e Stelvio, debitamente modificata anche per ospitare un pacco batterie da - secondo i rumors - 90 kWh con tecnologia 800 Volt per garantire una ricarica molto rapida.
La targa MMXXI sta ad indicare che la vettura debutterà entro la fine del 2021 per poi essere commercializzata a partire dal 2022.
E’ presto per parlare di motorizzazioni anche se è pensabile che sarà adottato il motore 4 cilindri così come già utilizzato dalla Ghibli Hybrid oltre a versioni più fruibili, considerando la vettura, del favoloso Nettuno.
Se ora permettete una piccola divagazione, essendo la Grecale una vettura 4-5 posti, speriamo che la campagna di “sensibilizzazione” verso di essa sia più breve e indicativa di reali step di sviluppo rispetto a quanto sta avvenendo per la MC 20 visto che il SUV, appunto, potrà ospitare più youtuber alla volta.
Come già scritto, abbiamo visto la supercar presentata nei vari Paesi sempre e solo in forma statica oppure guidata su strada dall'unica persona autorizzata a farlo, Federico Landini, responsabile del progetto MC20 e, di fatto, a distanza di mesi dal lancio, non si conosce ancora nulla delle sue prestazioni e del suo reale comportamento.
Immaginavamo che la cosa potesse diventare quasi noiosa, controproducente, tanto che ci ha portato ad alludere, paradossalmente, a possibili affermazioni negazioniste. 
Tempi lunghi e scarsità di notizie oggettive prestano ora il fianco a video come questo, bello e un po’ sarcastico.


Battute a parte, tornando al nuovo SUV, segui gli sviluppi della Grecale nella videogallery dedicata.