Alfieri

La Maserati Alfieri è la concept car creata per festeggiare il centenario della Casa del Tridente. 

Grazie alla splendide gran turismo del passato, la Alfieri può riprendere - strano a dirsi per un prototipo - alcuni stilemi di un'epoca lontana e richiamare, aggiornate, alcune soluzioni e proporzioni adottate da vetture che hanno fatto la storia del marchio.
Il risultato è straordinario da ogni punto di vista: la vettura fonde in sé l'eredità stilistica del marchio e, allo stesso tempo, ne anticipa il futuro del linguaggio estetico, celebra il passato aprendo la strada al futuro della Casa.
C’è di che far "impazzire" gli appassionati e non solo.
La nuova coupé  sarà un modello fondamentale per la strategia di crescita del marchio .
L'Alfieri ambisce a diventare una realtà nel 2015, prima in versione coupé a cui seguirà la spyder.
La concept presentata al Salone di Ginevra nel 2014 propone la stessa meccanica della Maserati GranTurismo MC Stradale con passo accorciato di 24 centimetri. 


Il modello di serie però sarà realizzata sul pianale modificato che già è alla base della Ghibli e della Quattroporte. 

Per quanto riguarda il motore sotto il cofano della nuova vettura del Tridente, al posto del V8 preso in prestito dalla GranTurismo, ci sarà quasi certamente il V6 turbo da 3.0 litri in grado di erogare 410 CV, potenza che nella versione top, che adotterà la trazione integrale, dovrebbe arrivare a superare i 500 CV.
Gli stessi motori saranno offerti anche sulla versione cabriolet.
La Alfieri è nata sotto la direzione di Marco Tencone presso il Centro Stile Maserati di Torino, con la supervisione di  Lorenzo Ramaciotti.  
La Alfieri concept, realizzata, come detto sul telaio della GranTurismo MC Stradale con passo più corto di 24 centimetri, è lunga 4.590 mm, ha un passo di 2.700 mm, è larga 1.930 mm ed è alta solamente 1.280 mm.
Il motore è il V8 aspirato da 4,7 litri ed eroga 460 cavalli a 7.000 giri e 520 Nm a 4750 giri. Il cambio a sei marce elettro-attuato (MC Shift) è montato insieme al differenziale posteriore a slittamento limitato ed è collegato al motore tramite un tubo di torsione rigido.
Maserati Alfieri concept

Come è evidente, oltre alle denominazione della vettura, altro fondamentale richiamo al passato è dato dalla linea esterna: fonte di ispirazione per i designer è stata la Maserati A6 GCS-53 - “Alfieri 6 cilindri, Ghisa, Corsa, Sport” - disegnata da Pininfarina nel 1953.
Le linee generali della Alfieri la ricordano chiaramente: il frontale lungo e basso esalta l’abitacolo che pare sostenuto dalle ruote posteriori.
maserati alfieri conceptLe linee sinuose del passato lasciano però il posto a linee più tese e spigolose. La calandra, così come i proiettori anteriori con elementi LED al bi-xeno sono molto aggressivi. 
Le luci posteriori sono tridimensionali con elementi rossi esterni e il gruppo freccia centrale bianco, all’interno. La loro forma chiude la spalla posteriore a terminare armoniosamente la linea dell'auto.
I cerchi sono forgiati da un unico elemento in alluminio e hanno un diametro di 20″ all'anteriore e da 21″ al posteriore con raggi decorativi blu che ricordano i cerchi a raggi delle auto degli anni ’50 mentre i dischi freno adottati sono carboceramici, eredità della pista e della GranTurismo MC Stradale, con pinze Brembo anch'esse di colore blu.
Il colore metallizzato liquido della carrozzeria è lo “Steel Flair”. 
L’abitacolo, 2+2 posti, si caratterizza per un design basato su semplicità e minimalismo. Anche qui sono presenti richiami a splendide vetture.


Maserati 5000 GT planciaLa plancia sospesa e la sua linearità, così come il volante, non possono non ricordare gli elementi della Maserati 5000GT. La plancia della Alfieri ha un eleganza classica pur presentando strumenti indicatori con tecnologia TFT. Sul bordo degli strumenti principali è presente sull'uno l’incisione “Officine Maserati” e sull’altro la data celebrativa del centenario “1914-2014”.  
La velocità e il regime di rotazione del motore sono visibili come sotto una lente di ingrandimento.
Il pavimento è rifinito con materiali che imitano l’acciaio ossidato utilizzato sulle auto da corsa degli anni ’50..
Per i sedili, la plancia e la consolle centrale è utilizzata la pelle anilina Poltrona Frau. I sedili poi, richiamano la tipica forma avvolgente di quelli delle auto da corsa degli anni Cinquanta ma con un look futuristico e una struttura moderna con appoggiatesta semi integrati.
Tutti i materiali dell’abitacolo sono dunque estremamente ricercati ed offrono richiami al passato.


Maserati 150 GTL'orologio ovale posizionato sul tunnel centrale è altamente evocativo: qui il ricordo va alla 150 GT Spider.

Il concept della Maserati Alfieri è stato talmente apprezzato dal pubblico e dalla critica che nella sua variante di produzione riprenderà quanto più possibile le linee presentate dal prototipo, con i designer che cercheranno di cambiare il minimo indispensabile la vettura destinata alla produzione in serie. 
La Alfieri ha riscosso il meritato successo anche al Concorso di Eleganza di Villa d'Este conquistandosi il titolo di Concept più bella presente all’evento.
La Maserati Alfieri coglie splendidamente l’eredità di un passato straordinario pronta a rinnovare la tradizione della Gran Turismo all’italiana.
Maserati avrà ancora una volta una vettura di grande classe, capace di garantire elevati livelli di comfort, finiture raffinate unite a linee  eleganti ma con prestazioni di altissimo livello.

Il video seguente permette di apprezzare la splendida linea della concept car Alfieri e tutti i particolari sopra descritti.